Social lending – ovvero, prestiti tra privati

Il social funding consiste nel prestito di denaro da privato a privato. Ci sono dei rischi ma può fruttare tassi di interesse lordi fino al 6%. Può essere molto vantaggioso se si è in grado di vincolare i soldi per lunghi periodi.

Le sosietà che si occupano di prestiti tra privati,  associano risparmiatori a persone che hanno bisogno di un prestito, privati o piccoli imprenditori. L’assenza della banca come mediatore fa’ sì che i tassi di interesse disponibili per i prestatori siano  più alti. È molto importante considerare  che i risparmi così investiti non sono soggetti a garanzie da parte del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. In questo senso, è forse meglio parlarne come di investimenti.

Esempi di rendimenti di alcune delle società di prestito tra privati presenti in Italia

Banca Tassi di interesse lordi Durata del prestito
Smartika 6,5 % (tasso medio) Dai 12 ai 48 mesi
Prestiamoci Da 7,50 % a 12,9 % a seconda del livello di rischio scelto Fino a 48 mesi
Boober 10.07 % (tasso medio) 32 mesi (in media)

A livello mondiale, per adesso, questo sistema di prestiti tra privati, ha molto successo e un tasso di sviluppo elevato. Si tratta comunque di attività molto recenti, sia all’estero che in Italia, quindi non ci sentiamo di poterne consigliare una rispetto alle altre.

social lending: il prestito tra privati

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone
Se ti e' piaciuta questa guida, visita la nostra pagina di Facebook, metti il mi piace e condividi con i tuoi amici!

.

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *