Come risparmiare col cashback

E’ una pratica molto diffusa all’estero e sta arrivando anche in Italia. I siti di cashback ti danno una percentale dei guadagni ottenuti da loro solo perché tu hai cliccato dalla loro pagina per andare a un sito per comprare qualcosa.

Per esempio, BeRuby è uno di questi siti. L’iscrizione è gratuita. Una volta iscritto clicchi su uno dei loro link per arrivare al prodotto che ti interessa. Diciamo che vogliamo comprare un prodotto Apple. In questo momento, BeRuby offre un cashback di 1,5% sui prodotti comprati dalla Apple. Se dal sito BeRuby clicchiamo su Apple e poi compriamo un prodotto che costa 100€, qualche settimana dopo sarà possibile ritirare da BeRuby 1,50€.

Tra le offerte da segnalare al momento:

 Prodotto Valore del cashback Dove è disponibile
Nuovi clienti di Infostrada, Vodafone, Wind, Telecom, Fastweb 33€ BeRuby
Ordini da Photobox o Vistaprint 15% BeRuby
Ordini da La Feltrinelli, inMondadori, AbeBooks, Ibs Fino al 7% BeRuby
Ordini di iPad da Apple 2% BeRuby
Computer e tablet Dell Fino al 5% BeRuby
La Perla, Guess, Stefanel, Crocs Fino al 12% BeRuby
Profumerie Marionnaud, Body Shop, Kiko Fino al 14% BeRuby
Città del Sole, Prenatal Fino al 10% BeRuby
eBay Fino al 1.5% BestShopping.com
Apple Store Fino al 2.63% BestShopping.com
Groupon Fino al 11.25% BestShopping.com
Amazon Fino al 7.5% BestShopping.com
Wind ricarica Fino al 6.75% BestShopping.com
La Feltrinelli Fino al 4.50% BestShopping.com
Mondadori Fino al 3.75% BestShopping.com

Ci sono molti negozi online che offrono cashback, quindi è facile capire che è possibile farsi accreditare diverse centinaia di euro all’anno in questo modo.

Ci sono molti siti di cashback e conviene controllarli tutti prima di un’acquisto per vedere quale offre un cashback maggiore, secondo il prodotto che vogliamo acquistare.

Tra i siti del nostro elenco , consigliamo BeRuby che offre il cashback più generoso per i negozi online per i quali abbiamo fatto un confronto, ed emmette il pagamento alla soglia più bassa. Tuttavia, i vari siti di cashback hanno accordi diversi con i venditori,  quindi conviene controllarne più di uno prima di fare il nostro acquisto, perchè non si sa mai!

Ecco un confronto tra vari siti di cashback per aiutarvi a scegliere quello che fa per voi:

Sito Guadagno minimo sul sito prima di poter riscuotere Metodi di riscossione Metodi di riscossione senza pagare tasse* Altri Commenti
BeRuby Da 1€ con un contributo gestione. Da 10€ senza contributo gestione Bonifico o PayPal Offre il cashback più vantaggioso secondo noi
Queexo Da 30€. PayPal Accredito di 5€ all’iscrizione
BestShopping.com 40€ Bonifico, PayPal, Buoni Amazon Buoni Amazon Accredito di 5€ all’iscrizione
TuGuadagni 5€ Bonifico o PayPal
BuyOn 50€ Bonifico Accredito di 5€ all’iscrizione
Minaus 30€ Bonifico o PayPal Accredito di 5 € all’iscrizione

Per il fisco italiano, il cashback è un guadagno e quindi solo persone dotate di Codice Fiscale o aziende e liberi professionisti dotati di Partita Iva possono essere rimborsati. Se si è pagati tramite coupon o buoni regalo, invece, non sono applicate ne’ tassazioni ne’ ritenute. I diversi siti si comportano in maniera diversa a questo riguardo.

Alcuni di siti offrono un cashback anche soltanto per ricerche fatte su alcuni motori di ricerca o richieste di preventivi, quindi anche senza nessuna spesa.

Ecco alcuni consigli.

  1. I guadagni col cashback non sono garantiti

    Considera i guadagni ottenuti col cashback, che possono ammontare a centinaia di Euro all’anno, solo come un bonus extra. Non sono garantiti. Uno studio sostiene che il 41% delle transazioni di cashback non vengono poi effettivamente pagate dal sito di cashback o la ditta non paga il sito di cashback, che quindi di conseguenza non paga il cliente. La cifra sembra molto alta e non corrisponde alla nostra esperienza, ma sicuramente capita che una transazione non venga registrata e quindi un pagamento possa mancare.

    Il consiglio è di considerare il cashback come un bonus e di non conteggiarlo quando, per esempio, si paragona il prezzo di un’oggetto su due siti. Conviene comprare dove costa meno, anche se il prezzo sarebbe minore nell’altro, conteggiando anche lo sconto dovuto al cashback.

  2. I guadagni col cashback non sono tuoi finchè non sono nella tua tasca

    Non fidatevi e ritirate i vostri guadagni dal sito di cashback dove li avete guadagnati il prima possibile. Il sito potrebbe fallire, per esempio, e voi perdereste i vostri guadagni.

  3. Non usare tanti siti diversi di cashback

    Per quanto convenga controllare il cashback da diversi siti prima di effettuare un acquisto, per ottenere il maggiore cashback possibile, è importante ricordarsi dei limiti per richiedere i pagamenti. Per esempio, BestShopping.com permette di riscuotere solo raggiunti i 40€. Può convenire un cashback inferiore ma pagabile una volta raggiunto 1,99€ con BeRuby.

risparmiare online col cashback

Share on Facebook8Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone
Se ti e' piaciuta questa guida, visita la nostra pagina di Facebook, metti il mi piace e condividi con i tuoi amici!

.

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *