Canone RAI: Esonero o Disdetta

Il canone RAI, imposta antipatica ai piu’, e’ ormai incorporato nella bolletta eletrica. Ma se non si possiede un televisore, non siamo obbligati a pagare. Essendo un’imposta sul possesso del televisori, piuttosto che un abbonamento alla RAI come il noma fa pensare, quindi e’ difficile evitarla se si ha in casa un dispositivo “atto o adattabile alla ricezione di segnali televisivi”.

Nel 2012 pero’ arriva un’ottima notizia: sono esclusi dal pagamento del canone RAI pc, portatili, tablet e smartphone. Questi sono infatti dispositivi capaci di ricevere segnali televisivi, se programmati adeguatamente, ma la RAI ha comunicato che non richedera’ il canone per questi. Quindi la soluzione esiste: sbarazzati della televisione e usa invece pc, tablet o smartphone per vedere i programmi preferiti. Leggi la nostra guida ai canali televisivi che possono essere guardati online gratuitamente.

Come fare la disdetta del canone RAI

Tenete sempre come riferimento per la disdetta del canone il sito web della RAI o l’Agenzia delle Entrate. .

Possono evitare di pagare questa tassa molte categorie di persone, tra cui coloro che non possediono un apparecchio televisivo. Inoltre anche gli over 75 con un reddito inferiore ai  6.713,98€ l’anno, i proprietari di seconde case, residenti all’estero che non possiedono tv in Italia, agenti diplomatici, impiegati consolari, ospedali militari e militari di cittadinanza straniera che fanno parte delle Forze Nato, negozianti e riparatori di apparecchi televisivi.

Per fare richiesta di esenzione per il semestre luglio-dicembre e’ necessario inviare la disdetta telematicamente (tramite l’Agenzia delle Entrate) o tramite raccomanda A/R all’ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – casella postale 22 – 10121 Torino, entrambi entro e non oltre il 30 giugno 2016. Questo e’ il modulo da compilare e spedire.

E’ disponibile un funzionario al numero verde 800.93.83.62, dal lunedì al sabato e dalle ore 9 alle ore 21, oppure e’ possibile consultare il sito web dell’Agenzia delle Entrate nella sezione ”Canone Rai 2016”.

Una volta richiesta la disdetta finanzieri o funzionari Rai potrebbero venire, previo appuntamento, a controllare se effettivamente avete o usate almeno un televisore. Ma per entrare in casa senza il vostro permesso a verificare i requisiti hanno bisogno di un mandato.

esonero canone rai

Share on Facebook9Tweet about this on TwitterShare on Google+1Pin on Pinterest0Email this to someone
Se ti e' piaciuta questa guida, visita la nostra pagina di Facebook, metti il mi piace e condividi con i tuoi amici!

.

Commenti

  1. buongiorno
    come devo fare per non essere un evasore rai
    io sono 30 anni che non guardo la rai
    perché ero abbonato a tele+ poi passato a strim a sck è ora da più di 8 anni a mediaset
    perché dovrei pagare la rai quando già pago un abbonamento mensile a chi mi fornisce un ottima televisione compreso anche il calcio a me la rai non mi piace perché devo pagare anche loro se non li guardo. avrei bisogno di sapere se è giusto pagare la rai se non la guardo se è no mi potete aiutare scrivendomi sulla mia email a chi mi devo rivolgere grazie distinti saluti carmine de luca

    1. Purtroppo il canone lo devono pagare tutti coloro che possiedono una televisione, independentemente dal fatto che guardino i canali RAI o meno.

    1. Difficile per noi rispondere a questa domanda. Provi a scrivere all’Agenzia delle Entrate tramite il loro indirizzo email:

      Agenzia delle Entrate
      Direzione Provinciale I di Torino
      Ufficio Territoriale di Torino 1
      Sportello S.A.T C.P. 22 10121 – Torino (To)
      Indirizzo pec: cp22.sat@postacertificata.rai.it (solo da PEC)

  2. io non o mai avuto la televisione perche vivo allestero come devo fare per non pagare la bolleta dentra la bollete della luce

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *